Home | Chi Siamo | News | Lezioni | Glossario | L'Isola di Patmos | Studi | Varie | Bibliografia | Blog

   
   
 

< torna a Bibliografia

 

 







 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Metafisica della sostanza. Partecipazione e analogia entis
(Edizioni Studio Domenicano, Bologna 1991, pp.972)

In questo libro Padre Tyn intende ripresentare la nozione classica, cristiana, metafisica, analogica e partecipativa di “sostanza”, nozione che vale non solo per le sostanze materiali, ma anche per quelle spirituali, fino alla Sostanza somma ed infinita che è Dio.

La nozione di sostanza è indispensabile anche per un corretto concetto di persona, la quale non può essere relativizzata risolvendosi, come pensano alcuni, nella relazione all’altro e neppure può essere ristretta all’autocoscienza, altrimenti una folla immensa di individui umani sarebbero esclusi della realtà della persona. Il relazionarsi e l’agire della persona non è la persona, ma un accidente della persona. Altrimenti chi non si relaziona non è persona.

Padre Tyn mostra in questo libro come per intendere correttamente il concetto di sostanza e di persona, occorra avere un nozione analogica dell’ente e saper distinguere l’ente per partecipazione (creatura) dall’essere per essenza (Dio).

Senza questo concetto di sostanza è impossibile comprendere i dogmi fondamentali del cristianesimo, come la distinzione fra la Sostanza divina e il mondo come la totalità delle sostanze finite, la consostanzialità del Figlio col Padre, il dogma trinitario dell’unità di sostanza e trinità di persone, il dogma cristologico dell’unità di persona e dualità di sostanze (o nature) e la dottrina della transustanziazione eucaristica.

Prefazione

Presentazione

Piano Generale dell'Opera

Introduzione

1. Analogia Come Oscurità...

*Tutti i file sono in PDF

 

   

Contatti • Links • Archivio • Privacy